Come fai a sapere quanto vale il tuo oro usato e se ti stanno pagando il giusto valore?

20181015_blogpost

Come fai a sapere quanto vale il tuo oro usato e se ti stanno pagando il giusto valore?

Quando porti l’oro usato da un compro oro, quasi sicuramente ti sarai fatto un’idea di quanto vale in base al suo peso e alla sua caratura.

Si può guardare il punzone che è impresso sul metallo e che ci dice quanta percentuale di oro contiene.
Infatti l’oro è un metallo morbido e per essere lavorato viene sempre unito a metalli meno nobili come rame, argento e nikel. Quello che cambia è la proporzione fra oro e questi metalli.

La proporzione si chiama caratura ed è definita dai seguenti valori:

  • 9 carati – 33% di oro
  • 12 carati – 50% di oro
  • 14 carati – 58,5% oro

Queste carature sono le più utilizzate e se i tuoi gioielli provengono dagli Stati Uniti, dall’America del Sud o da altre nazioni è probabile che sia “oro basso”, cioè che sia tra i 9 carati e i 14 carati. Lo stesso può succedere per i gioielli antichi.

  • 18 carati – 75% oro.

È la caratura dei gioielli italiani contemporanei. Quindi se il tuo oro usato è stato prodotto in Italia dopo gli anni ’50 quasi sicuramente è di maggior valore.

Infine c’è l’oro a 22 e 24 carati (rispettivamente con il 91,1 e il 99,9 % di oro) con cui vengono fatti monete e lingotti.

Per capire sapere di quanti carati è un gioiello, solitamente si guarda il timbro. Si tratta di un numero contenuto all’interno di un rombo:

  • 333 – oro 9 carati
  • 500 – oro 12 carati
  • 585 – oro 14 carati
  • 750 – oro 18 carati

Tuttavia il timbro non dà certezze, perché può essere falsificato facilmente.

Il metodo PianetaOro per la valutazione dell’oro

Nei nostri negozi usiamo una metodo di analisi inconfutabile perché scientifico.
Esiste un reagente chimico acido che attacca l’oro. Per ogni tipo di caratura esiste un tipo specifico di acido.
Quindi un oro 18 carati reagirà all’acido nitrico solo se questo è nella concentrazione adatta a quella percentuale d’oro contenuta nella lega.

Come si procede per scoprire la caratura dell’oro

Bisogna prendere il gioiello e strofinarlo su una pietra apposita, detta pietra di paragone.
Il gioiello lascerà una striscia di oro sulla quale va messa una goccia di acido.
Se l’oro è della percentuale corrispondente non si ci sarà nessun segno di alterazione.
Ma se, per esempio, mettiamo l’acido dei 18 carati su un segno lasciato da un gioiello a 9 carati, questo avrà un cambiamento di colore verso il rossiccio o tenderà a scomparire.

Dopo aver fatto questo test, riusciamo a pagare il tuo oro usato per il valore reale dell’oggetto. L’esame viene fatto sempre direttamente sotto i tuoi occhi, nel segno della massima trasparenza.

Rivolgiti tranquillamente ai nostri negozi, la consulenza è sempre gratuita.

Puoi chiamare Simona e Salvatore al 329 7467581

oppure contattaci attraverso facebook https://www.facebook.com/PianetaOroRimini

o scarica la nostra app.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo sulla tua pagina facebook!

20181015_blog